Questo sito contribuisce alla audience di

Rièse Pio X

comune in provincia di Treviso (35 km), 65 m s.m., 30,74 km², 9627 ab. (resini), patrono: san Matteo (21 settembre).

Centro situato alla sinistra del torrente Musone. Di origine romana (castrum Resii), fu possesso dei vescovi di Treviso ed è ricordato in un documento del 972; successivamente fu feudo dei da Resio. Si chiamò Riese fino al 1952, quando assunse l'odierna denominazione in onore di papa Pio X, che qui nacque (1835-1914).§ Nell'abitato sorge villa Gradenigo, ora Eger, un edificio rimaneggiato nel Settecento. Nei dintorni si trovano altre residenze signorili, fra cui villa Costanza, del 1516, e Ca' Miani, con una barchessa del sec. XVII e un oratorio eretto nel XVIII da E. M. Preti. La parrocchiale della frazione Vallà, con canonica secentesca, si deve a Francesco Maria Preti (1742); all'interno custodisce affreschi coevi di G. B. Canal.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, uva da vino, foraggi, frutta, ortaggi), l'allevamento (bovini, suini) e l'industria, attiva nei settori alimentare, tessile, siderurgico, meccanico (autoveicoli industriali), dell'abbigliamento, delle arti grafiche, della lavorazione del legno, dei metalli, dei minerali e dei materiali lapidei.

Media


Non sono presenti media correlati