Questo sito contribuisce alla audience di

Robétta, Cristòforo

incisore e orafo italiano (Firenze 1462-? dopo il 1522). Tra i primi maestri nell'arte dell'incisione al bulino, eseguì vari fogli (ce ne restano una cinquantina conservati in vari musei fiorentini) di notevole suggestione, dove tuttavia l'eleganza del tratto, di ascendenza botticelliana, e la ricchezza descrittiva non sono sostenute da un'adeguata impostazione spaziale e compositiva. Se le sue figure, allegoriche e mitologiche, richiamano Filippino Lippi o il Perugino (Battesimo di Cristo), il paesaggio di fondo testimonia la conoscenza di Dürer e di Schongauer (Allegoria dell'Abbondanza).

Media


Non sono presenti media correlati