Questo sito contribuisce alla audience di

Rodari, Tommaso

scultore e architetto attivo in Lombardia sino al 1526. Figlio di Giovanni, è la figura principale della famiglia Rodari, direttore delle decorazioni del duomo di Como dal 1484 e architetto generale dal 1487. Formatosi sull'esempio di C. Mantegazza, di Michelozzo e poi anche di Bramante, è autore di ricchissime decorazioni plastico-architettoniche, assai vicine a quelle di Amadeo. Oltre alle facciate e agli altari per il duomo di Como, si ricordano i lavori per S. Pietro a Bellinzona (1514) e alcune chiese lombarde e ticinesi di luminosa spazialità (S. Maria di Piazza a Busto Arsizio, santuario di Tirano).

Media


Non sono presenti media correlati