Questo sito contribuisce alla audience di

Rodzjanko, Michail Vladimirovič

uomo politico russo (? 1859-forse Belgrado 1923). Grande proprietario terriero, monarchico, liberale-moderato, fu eletto deputato nel 1907. Intorno a lui si coalizzarono gli elementi della destra meno conservatrice, convinti della necessità di una riforma costituzionale. Ma il gruppo dei suoi seguaci non riuscì mai a essere omogeneo. Divenuto presidente della Duma allo scoppio della I guerra mondiale, cercò, di fronte alla sempre più grave crisi del Paese, di trovare un accordo con i partiti moderati (ivi compresi i menscevichi) per salvare l'istituto monarchico e garantire la prosecuzione dello sforzo bellico. Di fronte alla Rivoluzione di febbraio consigliò allo zar l'abdicazione sforzandosi poi di dare al nuovo regime una struttura conservatrice o quanto meno antibolscevica. Allo scoppio della Rivoluzione di ottobre si rifugiò in Serbia. Notevole l'opera pubblicata postuma (1925) La caduta dello zarismo.

Media


Non sono presenti media correlati