Questo sito contribuisce alla audience di

Rotèlla

comune in provincia di Ascoli Piceno (24 km), 395 m s.m., 27,20 km², 1000 ab. (rotellesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro su un'altura alla destra del fiume Tesino. Nel Medioevo fece parte dell'abbazia di Farfa, da cui si staccò nel 1318 per sottomettersi ad Ascoli. Fu poi sotto le signorie di Galeotto Malatesta (1348-55) e di Francesco Sforza (1434-43); fu aggregato nel 1586 da Sisto V al Presidiato di Montalto. § Nel 1775 subì ingenti danni a causa di una frana.La torre dell'Orologio, già campanile della distrutta chiesa di Santa Maria, risale al sec. XV. La parrocchiale settecentesca di Santa Maria e San Lorenzo conserva cospicue opere d'arte; nella chiesa di Santa Viviana è un pregevole stucco della Vergine col Bambino.§ L'agricoltura produce cereali, foraggi e uva da vino; attivi il turismo estivo e l'artigianato nei settori dell'abbigliamento, del legno e alimentare.

Media


Non sono presenti media correlati