Questo sito contribuisce alla audience di

Sòrgono

comune in provincia di Nuoro (71 km), 688 m s.m., 56,19 km², 1949 ab. (sorgonesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro e capoluogo di fatto del Mandrolisai, situato sul versante occidentale del Gennargentu.Abitato sicuramente in epoca romana, Sorgono fu nel Medioevo capoluogo della curatoria del Mandrolisai, nel Giudicato d'Arborea (sec. XI-XV). Dal 1410 al 1477 fece parte del Marchesato di Oristano; in seguito, sotto i governi aragonese e spagnolo, si sottrasse al potere feudale, godendo con tutta l'area del privilegio di essere amministrato da nativi del luogo. Nel 1716 fu infeudato ai Valentino che vi rimasero fino all'abolizione dei feudi nel 1839.§ L'abitato conserva alcuni eleganti palazzetti ottocenteschi. Nei dintorni sorge il santuario di San Mauro (sec. XVI) in stile gotico-aragonese, con la facciata merlata in pietra grigio-rosa ornata da un grande rosone gotico intarsiato, un portale rinascimentale con colonnine, statue di leoni e una scalinata.§ Il paese è importante nodo di comunicazione e sede di uffici amministrativi e servizi; l'economia è caratterizzata dallo sviluppo dell'edilizia e della produzione di materiali da costruzione e serramenti; è anche attivo il turismo estivo. In agricoltura vi sono coltivazioni di vigneti (con produzione di vini), cereali e ortaggi; si praticano la raccolta di sughero e l'allevamento di ovini e caprini.

Media


Non sono presenti media correlati