San Felice del Molise

comune in provincia di Campobasso (82 km), 548 m s.m., 24,24 km², 813 ab. (sanfeliciani), patrono: san Felice (30 agosto).

Centro situato su un colle ricco di querceti sul versante destro della valle del fiume Trigno. Sviluppatosi nei sec. XV-XVI con l'insediamento di colonie slave (di cui si conserva la parlata), fu sotto la giurisdizione di Larino (1417-1683). Passato al demanio, ebbe poi come signori i Coppola. § Nel centro storico, dove si scorgono strutture difensive, sono la parrocchiale di Santa Maria di Costantinopoli (sec. XIII, poi ampliata e restaurata), che conserva altari lignei e un organo barocchi ricoperti in oro, e il Palazzo Ducale (sec. XVII). Nei pressi dell'abitato è la cappella di San Felice (sec. IX-XI). § L'agricoltura produce cereali, ortaggi, olive e uva, con produzione di pregiati oli e vini (biferno e molise DOC).