Questo sito contribuisce alla audience di

Sardenko, Silvin

pseudonimo del poeta sloveno Alojzij Merhar (Ježica, Lubiana 1876-Lubiana 1942). Sacerdote, collaborò alla rivista cattolica Dom in svet (La casa e il mondo). Le sue poesie, raccolte nei volumi Roma (1906), Il cielo arde (1916), Canti di fanciulle (1922), Dono (1927), La triplice spiga (1940), sono di tono religioso e sentimentale e rappresentano una variante cattolica della corrente “Moderna” slovena.

Media


Non sono presenti media correlati