Questo sito contribuisce alla audience di

Schönfeld, Johann Heinrich

pittore e incisore tedesco (Biberach 1609-Augusta ca. 1682). Verso il 1633, dopo aver lavorato in varie città della Germania, si trasferì in Italia, soggiornando prima a Roma e poi a Napoli, città nella quale fu influenzato dalla pittura di A. Falcone, S. Rosa e soprattutto di B. Cavallino. Ritornato in Germania, dal 1652 si stabilì ad Augusta dove dipinse soggetti storici, mitologici e religiosi, scene di genere e grandi pale d'altare (Assunzione, Augusta, duomo). Nell'evolversi del suo stile, costante fu la meditazione sugli esempi della pittura italiana, da cui l'artista seppe trarre interessanti spunti soprattutto nell'uso del colore portato a magistrali variazioni tonali, per ricavarne effetti di luce e di ombra attraverso i quali stemperare il disegno delle forme (Ecce Homo, Monaco, Alte Pinakothek; Crocifissione, Stoccarda, Staatsgalerie).

Media


Non sono presenti media correlati