Questo sito contribuisce alla audience di

Schneider, Robert

scrittore austriaco (Bregenz 1961). Si è imposto all'attenzione con il romanzo Schlafes Bruder (1992; Le voci del mondo), che gli è valso nel 1993 il premio Robert Musil, nel 1994 il Prix Medicis Etranger e nel 1995 il premio Grinzane Cavour. È la storia del genio musicale Johannes Elias Adler che, deluso a causa dell'intolleranza dei suoi connazionali, decide di porre fine alla sua vita rifiutandosi di dormire. Dal libro è stato tratto l'omonimo film del tedesco J. Vilsmaier (1995) e un'opera lirica del compositore austriaco H. Willi (prima rappresentazione 1996 al Teatro dell'Opera di Zurigo). A questo fortunato debutto sono seguiti altri due romanzi: Die Luftgängerin (1998; Maudi che camminava sull'aria) e Die Unberührten (2000; Cara signora America). Nel 1993 è stato messo in scena al Thalia Theater di Amburgo il suo dramma Dreck (Schifo), che narra la vita di giovane iracheno di Bassora che si guadagna la vita vendendo rose nelle strade di una città tedesca. Tra le ultime opere ricordiamo: Komödie vom dt. Heimweh (1999), Der Papst und das Mädchen (2003; Il Papa e la ragazzina), Schatten (2004; Ombre) e Kristus (2006).

Media


Non sono presenti media correlati