Questo sito contribuisce alla audience di

Sclàfani Bagni

comune in provincia di Palermo (79 km), 813 m s.m., 135,06 km², 506 ab. (sclafanesi), patrono: Ecce Homo (25 settembre).

Centro delle Madonie, nel cui parco regionale è compreso. Chiamato in età romana Propugnaculum Himerae, resistette agli Arabi. Nel Medioevo Matteo Sclafani ne fortificò l'antico castello normanno e la sua famiglia lo tenne in feudo fino al sec. XVIII. § Delle antiche fortificazioni restano, su due spuntoni rocciosi, due torri unite da una cortina con una porta che reca lo scudo araldico degli Sclafani. La chiesa madre, ex cappella gentilizia di cui rimane un bel portale ogivale, conserva un sarcofago romano, una Madonna cinquecentesca e un Ecce Homo di fra' Umile da Petralia. La chiesa di San Giacomo è ricca di stucchi di scuola di G. Serpotta.§ L'agricoltura produce olive, uva da vino (contea di Sclafani DOC), cereali, ortaggi e frutta. È fiorente l'artigianato (ricami, maglia e uncinetto). Le locali sorgenti idrominerali solforose e clorurate sono sfruttate da uno stabilimento termale.

Media


Non sono presenti media correlati