Questo sito contribuisce alla audience di

Seidler, Harry

architetto australiano di origine austriaca (Vienna 1923-Sidney 2006). Allievo di W. Gropius e collaboratore di O. Niemeyer, è attivo a Sydney dal 1948. I suoi progetti, dal 1949 al 1954, rivelano una stretta aderenza alle idee del Bauhaus, in aperto contrasto con la tendenza coloniale. L'inizio degli anni Sessanta, in particolare nel progetto della torre per uffici in Australia Square a Sydney (1961-67), registra il calo della tensione formale e il passaggio a una concezione più classica dell'architettura. Seidler ha realizzato nel corso di quarant'anni numerosi progetti, tutti di estremo rigore architettonico e rilevanza tecnica, divenendo uno dei più importanti architetti australiani. Tra le sue ultime opere si ricordano: l'Australian Embassy, Parigi (1973-77), il Riverside Centre, Brisbane (1984-86), la Phoenix Tower, Sydney (1987) e la sede centrale della Shell, Melbourne (1989).

Media


Non sono presenti media correlati