Questo sito contribuisce alla audience di

Sikorski, Władysław

generale e uomo politico polacco (Tuszow Narodowy, Sandomierz, 1881-Gibilterra 1943). Organizzò, prima del 1914, corpi di tiratori; sostenne poi le iniziative legionarie di J. Piłsudski. A guerra finita, combatté in Galizia contro le forze ucraine; comandò (1920) la V armata polacca nella battaglia della Vistola contro i bolscevichi, ottenendo un successo locale utile alla vittoria finale. Fu poi capo di Stato Maggiore (1921), ministro dell'Interno e primo ministro (1922-23), ministro della Guerra (1924-25). Nazionalista convinto ma contrario al regime pilsudskiano, emigrò in Francia. Combatté contro i Tedeschi (1939) e tornò di nuovo in Francia dove presiedette il governo degli esuli. Collaborò attivamente con gli Alleati, ma i fatti di Katyn guastarono i suoi rapporti con l'URSS. Perì in un incidente aereo che non parve fortuito. Lasciò scritti di carattere storico e militare.

Media


Non sono presenti media correlati