Questo sito contribuisce alla audience di

Smilansky, Moshe

scrittore ebreo di origine ucraina (Telepino, Kiev 1874-Rehovot, Israele, 1953). In Palestina dal 1891, si stabilì in campagna, dove osservò e descrisse la vita dei contadini arabi e dei braccianti che allora lavoravano nelle aziende agricole ebree (Arabi, 1911); quindi la vita della nuova popolazione ebrea, man mano che aumentava nel Paese a seguito delle successive ondate d'immigrazione (Tra i vigneti di Giudea, 1930).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti