Questo sito contribuisce alla audience di

Smith, Will

nome d'arte dell'attore cinematografico statunitense Willard Christopher Smith jr. (Philadelphia 1968). Divenuto famoso come cantante rap, nel 1990, inizia a interpretare la sit-com Willy, il principe di Bel Air, basata sulla sua vita reale a Beverly Hills. Per sei anni Smith è impegnato nella serie, che ottiene un grande successo di pubblico, ma trova anche il tempo per debuttare sul grande schermo, dimostrandosi a sorpresa attore maturo e impegnato in Sei gradi di separazione (1993), ma conquistando il pubblico con la più banale commedia poliziesca Bad Boys (1995). Smith è poi protagonista di due successi: il film di fantascienza Independence Day (1996) e il più ironico Men in Black (1997). Si conferma attore in evoluzione nel claustrofobico thriller Nemico pubblico (1998), ma subito dopo interpreta l'insulso Wild Wild West (1999). Torna al cinema d'impegno con La leggenda di Bagger Vance (2000) ed è chiamato a interpretare il ruolo di Cassius Clay/Muhammad Ali in una cinebiografia del grande pugile (Alì, 2001). In seguito interpreta: Hitch - Lui si che capisce le donne (2005), commedia americana sul tema dell'innamoramento; La ricerca della Felicità (2006), esordio americano per il regista G. Muccino; Io sono leggenda (2007), apocalittico film che vede come unico attore lo stesso Smith.