Questo sito contribuisce alla audience di

Sortino

comune in provincia di Siracusa (32 km), 438 m s.m., 93,21 km², 9092 ab. (sortinesi), patrono: santa Sofia (9-11 settembre).

Centro situato sul versante orientale dei monti Iblei. L'abitato, con pianta a reticolo, si estende su una terrazza triangolare tra profondi burroni. Citato nel 1136, fu feudo dei conti di Modica, dei Moncada e dei Gaetani. Distrutto dal terremoto del 1693, fu ricostruito in stile barocco sul colle Cugno del Rizzo.§ Tra i monumenti più significativi si ricordano la chiesa madre di San Giovanni Evangelista e la chiesa dell'Annunziata, dall'interno affrescato da G. Crestadoro, entrambe settecentesche. A S dell'abitato, la chiesa del monastero di Montevergine (1774-79) ha una scenografica facciata convesso-concava; il pavimento è in piastrelle di ceramica, con la raffigurazione della Pesca miracolosa.§ L'agricoltura produce cereali, mandorle e olive; è diffuso l'allevamento ovino e bovino. Vi operano piccole industrie alimentari e del legno ed è fiorente l'artigianato (ricamo, intaglio della pietra, ceramica e produzione dei famosi pupi siciliani). È rilevante il turismo.§ Poco a S dell'abitato si trova l'area archeologica di Pantalica, l'antica Hybla, capitale di un piccolo regno tra i sec. XIII e VIII a. C.

Media


Non sono presenti media correlati