Questo sito contribuisce alla audience di

Stirner, Max

pseudonimo di Johann Kaspar Schmidt, filosofo tedesco (Bayreuth 1806-Berlino 1856). Allievo di F. D. E. Schleiermacher e di G. W. F. Hegel, fu uno dei più noti rappresentanti della “sinistra hegeliana”. Nell'opera Der Einzige und sein Eigentum (1845; L'Unico e la sua proprietà) egli eleva il singolo a unica vera realtà. Esaltando l'individuo, Stirner considera l'egoismo come suprema affermazione di libertà, tutto ciò che è “fuori del singolo”, Dio, Chiesa, Stato, partito, è pura e falsa astrazione. Aspramente criticato, tra gli altri, da K. Marx e da L. Feuerbach, il suo pensiero influenzò P. J. Proudhon e, in particolare, F. W. Nietzsche, e la sua opera venne considerata una delle fonti delle dottrine anarchiche.

Media


Non sono presenti media correlati