Questo sito contribuisce alla audience di

Stoghianídis, Gheórghios

poeta greco (Xanti 1912). La sua poesia, voce personale di sofferenza, riflette la difficile condizione dell'uomo all'indomani della guerra. Gran parte dei suoi versi sono sensuali e pieni di erotismo. Tra le opere: Colombi nella luce (1949), L'uccello di legno (1960), Il balcone e le cose (1964), La minaccia (1974), Nei sentieri del sogno (1974), Il volto di Euridice (1975).