Questo sito contribuisce alla audience di

Stròzzi, Giùlio

librettista, poeta e autore teatrale italiano (Venezia 1583-1660). Studiò a Pisa e svolse attività diplomatiche a Roma (1608) e a Venezia, dove fondò l'Accademia degli Incogniti e fece della sua casa la sede dell'Accademia musicale degli Unisoni. Scrisse il poema storico Venezia edificata (1624) e il poema eroico Il Barbarigo o l'Amico sollevato (1626), ma si affermò come librettista, con La finta pazza per F. P. Sacrati (1641), il suo maggior successo, La finta pazza Licori (1627) e La Proserpina rapita (1630) per C. Monteverdi.