Questo sito contribuisce alla audience di

Svoboda, Josef

scenografo ceco (Čáslav, Boemia, 1920-Praga 2002). Dopo aver fondato nel 1943 un teatro sperimentale a Praga, divenne nel 1948 scenografo stabile del Teatro Nazionale (collaborando soprattutto con registi come A. Radok, V. Kašlik e J. Pleskot), ma estese la sua attività anche ad altri teatri cechi (importante la collaborazione con O. Krejča al Teatro dietro la porta) e di altri Paesi (in Italia ha firmato, tra l'altro, le scene di Intolleranza 1960 di L. Nono, Venezia, 1961, e del Wozzek di A. Berg allestito nel 1971 alla Scala). La sua fama internazionale è soprattutto dovuta a una serie di spettacoli, realizzati insieme con Radok e presentati in varie esposizioni internazionali, che mescolano l'attore alla proiezione simultanea su più schermi (Laterna Magika, 1958) o creano un fatto teatrale basandosi soltanto su immagini proiettate sulle superfici più diverse, fisse e mobili (Polyecran, 1967). Le sue ultime esibizioni hanno avuto luogo a Parigi, al Centre culturel George Pompidou nel 1994, a Praga nel 1995 e a Ginevra nel 2000.