Questo sito contribuisce alla audience di

Tatra, Mónti-

massiccio montuoso cristallino dei Carpazi Occidentali, il più elevato della catena, politicamente diviso tra Rep. Slovacca e Polonia, cui appartiene la porzione settentrionale; è compreso tra gli Alti Beschidi a N e i Monti Metalliferi Slovacchi S. Una valle orientata da E a W e incisa dagli alti corsi dei fiumi Váh e Hornád suddivide i Tatra in due settori: a N gli Alti Tatra (in slovacco Vysoké Tatry; in polacco Tatry Wysokie) culminanti a 2655 m s.m. nel picco Gerlach (in slovacco Gerlachovský štít) e a S i Bassi Tatra (in slovacco Nízke Tatry), interamente compresi in territorio slovacco, la cui massima elevazione è rappresentata dal monte Ďumbier (2043 m). Gli Alti Tatra, che si articolano a loro volta in catene minori, tra cui i Tatra Occidentali (Liptovské Tatry; monte Bystrá, 2248 m), sono caratterizzati da evidenti testimonianze della glaciazione quaternaria, con valli fortemente modellate, circhi glaciali e pittoreschi laghi. Per proteggere le bellezze paesaggistiche della zona, nel 1948 è stato istituito l'omonimo Parco Nazionale (1370 km², di cui 1200 km² in Slovacchia). I Tatra costituiscono una delle principali attrattive turistiche della Slovacchia e della Polonia, i cui centri più importanti sulle pendici degli Alti Tatra sono rispettivamente Poprad e Zakopane. In slovacco e in polacco, Tatry.

Media


Non sono presenti media correlati