Questo sito contribuisce alla audience di

Tischbein, Johann Heinrich Wilhelm

pittore e incisore tedesco (Haina 1751-Eutin 1829). Nipote di Johann Heinrich il Vecchio (Haina 1722-Kassel 1789), autore di ritratti e di opere di soggetto mitologico nel gusto del rococò francese, fu attivo a Berlino come ritrattista di corte (genere in cui poi doveva divenire celebre); successivamente venne in Italia e a Roma eseguì nel 1786-87 il famoso ritratto Goethe nella campagna romana (Francoforte, Städelsches Kunstinstitut). Dal 1787 al 1799 visse a Napoli, dove fu nominato (1789) direttore dell'Accademia di Belle Arti. Durante il soggiorno italiano l'artista svolse tra l'altro attività di archeologo, alla quale dedicò anche studi critici (Collection of Engravings from Antique Vases, Napoli, 1790-95, Raccolta di incisioni da vasi antichi). Uomo di vasti interessi culturali, seppe evolvere dalla formazione di gusto rococò alla misura dell'ideale classicistico, oltrepassando poi con sicuri esiti romantici il rigore del neoclassicismo (Ritratto del conte di Giech, Norimberga, Germanisches Nationalmuseum).

Media


Non sono presenti media correlati