Questo sito contribuisce alla audience di

Torii

scuola di disegnatori e illustratori giapponesi attiva nei sec. XVII-XIX, sviluppatasi dall'attività grafica di alcuni artisti della famiglia omonima. Questa contribuì notevolmente all'evoluzione delle stampe ukiyo-e nello specifico settore del teatro kabuki, vantando in questo campo uno straordinario prestigio per quasi tre secoli. Il fondatore della scuola Torii fu Kiyonobu I (Osaka 1664-Edo 1729), figlio dell'attore e pittore di teatro Shōkichi Kiyomoto (1645-1702). Influenzato dallo stile di Moronobu, Kiyonobu I ritrasse con uno stile personalissimo gli attori del kabuki; fu inoltre illustratore di libri (Libro dell'Attore, Libro della Cortigiana), di romanzi e di racconti per bambini; compì esperienze anche nel campo del disegno erotico. Seguace del fondatore fu Kiyomasu I (attivo tra il 1696 e il 1720, probabile anno di morte), autore di raffinati disegni per stampe di attori e di cortigiane realizzate con le tecniche sumizuri-e (a inchiostro di china) e tan-e (a inchiostro di china e colorate a mano con rosso cinabro). Ai due primi maestri ne seguirono due omonimi, Kiyonobu II e Kiyomasu II, entrambi attivi dal 1720 al 1750; è più noto il primo per le qualità di colore che distinguono le sue stampe di ritratti di attori. Maestro della terza generazione della scuola fu Kiyomitsu (1735-1785), che disegnò ritratti di attori e di cortigiane con la nuova tecnica detta “a broccato” per l'utilizzazione di gamme complete di colori (nishiki-e). Tra i maggiori artisti della scuola Torii va anche ricordato Kiyonaga (1752-1815), sicuramente uno dei più significativi rappresentanti dello stile ukiyo-e, al quale contribuì con una ricca produzione di stampe di immagini femminili, di attori e di guerrieri, di scene popolari, di manifesti per il teatro.

Media


Non sono presenti media correlati