Questo sito contribuisce alla audience di

Torlònia

famiglia principesca di Roma, risalente a un Benedetto Tourlonias del Puy-de-Dôme (fine sec. XVII), stabilitasi a Roma nel 1750. Tra i suoi membri: Giovanni (Siena 1755-Roma 1829), agente dei Fürstenberg prima e spericolato banchiere poi, fondò le fortune della famiglia. Nobile del Sacro Romano Impero dal 1794, nel 1809 fu creato marchese di Romavecchia, nel 1814 principe di Civitella-Cesi e nel 1820 duca di Poli e Guadagnolo; Alessandro (Roma 1800-1886) accrebbe la fortuna paterna: principe di Civitella-Cesi e duca di Ceri, diresse la banca del padre e ottenne il titolo di principe di Fucino (1875) per avere prosciugato il lago omonimo. I suoi titoli, salvo quello di principe di Civitella-Cesi, passarono poi alla figlia Anna Maria, la quale sposò Giulio Borghese, che assunse il cognome di Torlonia. Si ricordano pure Leopoldo (Roma 1853-Frascati 1918), deputato di Roma dal 1882 al 1890 e dal 1897 al 1909, senatore a vita dal 1909, e Giovanni (Roma 1853-1938), deputato di Avezzano dal 1904 al 1919 e senatore a vita dal 1920. Fu creato principe di Torlonia nel 1929 per la bonifica nella zona di Porto.

Media


Non sono presenti media correlati