Questo sito contribuisce alla audience di

Trìpoli (Libano)

Guarda l'indice

Geografia

Città (240.000 ab. con il vicino centro portuale di El Mina nel 1991) del Libano, capoluogo della provincia del Libano Nord. Seconda città del Paese per numero di abitanti e importanza economica, sorge sulla costa mediterranea, 70 km a NNE di Beirut, e costituisce il naturale sbocco commerciale di un vasto retroterra comprendente il Libano settentrionale e i distretti siriani di Hama e di Homs. Collegata da un oleodotto ai giacimenti petroliferi di Kirkuk (Iraq), è sede di industrie petrolchimiche, chimiche, tessili, siderurgiche e alimentari. Anche Tripoli di Siria; in arabo, Tarabulus esh Sham.

Storia

Fondata nel sec. VII a. C., fu, sotto la dominazione persiana, la capitale della federazione delle città-Stato fenicie. Nel 638 d. C. fu conquistata dagli Arabi. In parte distrutta durante la I crociata, prosperò in seguito come centro culturale e commerciale del regno latino. Dal 1289 al 1516 fu possesso degli Egiziani e poi degli Ottomani. Sotto i Turchi Tripoli si estese verso l'interno. Nel 1920 fu incorporata nel Libano. Città prevalentemente musulmana, dopo il 1958 è divenuta un centro del movimento di opposizione al governo centrale.

Media

Tripoli (Libano).