Questo sito contribuisce alla audience di

Tu Fu

poeta cinese (Tu-ling, presso Hsian, provincia Shensi, 712-Lei-yang, provincia Hunan, 770). Chiamato a corte dall'imperatore Hsüan Tsung, conobbe l'esilio durante la rivolta di An Lu-shan (755). Celebre l'ode scritta al riguardo Visita di primavera. Riabilitato dall'imperatore Su Tsung e caduto poi in disgrazia, fu inviato come governatore in una città dello Shensi, incarico equivalente a un esilio, e da quel momento condusse vita raminga. Considerato, con Li Po, il maggiore dei poeti cinesi, scrisse liriche di contenuto sociale per lo più in stile accademico, erudito e d'ispirazione confuciana, ma anche spontanee, piene di sentimento, di vissuta esperienza e di autentica drammaticità, come Canto dei carri di guerra. La sua influenza sui poeti del sec. IX e in generale sulla poesia posteriore fu grandissima.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti