Questo sito contribuisce alla audience di

Vìstola

fiume (lunghezza 1047 km; bacino 194.300 km²) della Polonia, tributario del Mar Baltico. Il suo bacino si estende anche a territori di alcuni paesi confinanti (Slovacchia, Ucraina, Bielorussia, Lituania). Nasce a 1106 m s.m. dal versante occidentale del Barania Gora (Beschidi Occidentali), presso il confine con la Repubblica Ceca. Dopo un breve tratto iniziale, la Vistola scorre in direzione ENE sino alla confluenza con il San, alimentando in questo settore il grande lago artificiale di Goczałkowice e bagnando le città di Oświęccim e Cracovia. A valle di quest'ultima incide un vasto penepiano racchiuso tra le colline della Piccola Polonia a N e i rilievi precarpatici a S: qui, riceve i contributi dei fiumi Dunajec, Nida, Wisłoka e San; più oltre, scorrendo in direzione N, quelli del Wieprz, della Radomka e della Pilica. Dopo aver toccato la capitale, Varsavia, corre con andamento WNW, ricevendo gli apporti del sistema Bug-Narev, suo principale affluente, e bagnando le città di Płock, Włocławek e Toruń. Con i diversi rami del suo vasto e articolato apparato deltizio (1600 km²) interessa infine i centri di Malbork, Tczew e Danzica. Il fiume ha una portata media alla foce di 1030 m3/s, di 592 m3/s a Varsavia e di soli 84 m3/s a Cracovia. La Vistola costituisce una via d'acqua di notevole interesse economico, navigabile per oltre 800 km dalla foce fino a Cracovia (fino a Sandomierz nei periodi di magra), e costellata da numerosi porti fluviali (Puławy, Varsavia, Włocławek e Toruń). Inoltre, mediante i suoi affluenti e alcuni canali artificiali risulta collegata con l'Oder, il Neman e il Dnepr. Tra le altre, devastanti alluvioni hanno interessato il bacino della Vistola nel 1913, 1934, 1970, 1997 e 2001. Numerosi sbarramenti ne regolano il corso e importanti opere di bonifica hanno storicamente interessato l'area del delta; ciò nonostante, la Vistola presenta ancor'oggi ampi segmenti in condizioni di elevata naturalità e ricchi di biodiversità, in particolare per quanto concerne l'avifauna. In polacco, Wisła; in tedesco, Weichsel; in russo, Visla.