Questo sito contribuisce alla audience di

Oder

fiume (lunghezza 912 km, dei quali 733 navigabili; bacino 118.611 km²) dell'Europa centrale, tributario del Mar Baltico. Nasce nella Moravia (Repubblica Ceca), a 634 m s.m. dai monti dell'Oder (Oderské vrchy, estremità sud-orientale dei Sudeti), e scorre verso NE bagnando Ostrava, dove riceve da sinistra l'Opava e da destra l'Ostravice. A valle di Starý Bohumín entra in territorio polacco e si dirige verso NW, attraversando longitudinalmente la Slesia fino alla confluenza da sinistra del fiume Neisse; in questo tratto bagna Racibórz, Opole e Breslavia e riceve da destra i fiumi Kłodnica, Mała Panew, Stobrawa, Widawa e Barycz e da sinistra i fiumi Osobłoga, Nysa Kłodzka, Śleża, Bystrzyca e Bóbr. Piega quindi decisamente verso N e segna per 162 km il confine tra Polonia e Germania bagnando Francoforte sull'Oder e Kostrzyn, dove riceve da destra il fiume Warta; infine, diviso in più rami, penetra nuovamente in territorio polacco, attraversa la città di Stettino e sfocia nella laguna di Stettino (Stettiner Haff od Oderhaff), collegata al Mar Baltico (il ramo orientale dell'Oder sfocia nel lago di Dabie). L'Oder, navigabile per natanti che giungono fino a 1000 t di stazza da Stettino a Koźle, nell'Alta Slesia, costituisce un'importante arteria di traffico commerciale, collegata, mediante alcuni affluenti e canali navigabili, sia con la Sprea e l'Havel a W sia con la Vistola a E. In ceco e in polacco, Odra.