Questo sito contribuisce alla audience di

Viòzzi, Giùlio

compositore e critico musicale italiano (Trieste 1912-Verona 1984). Compì gli studi al Conservatorio di Trieste, dove insegnò dal 1939 (nel 1956 ottenne la cattedra di composizione). Autore descrittivo, non ha mai scritto musica seriale. Tra le composizioni per orchestra si ricordano Il castello di Duino (1950), Ouverture carsica (1952), Discorso del vento (1968). Rivelò inoltre una spiccata attitudine per il teatro e per la dimensione drammatica e grottesca con gli atti unici Allamistakeo (1954), Un intervento notturno (1957), La giacca dannata (1967; da un racconto di D. Buzzati), Elisabetta (1971). Fu anche autore di musica da camera (specie quartetti).

Media


Non sono presenti media correlati