Questo sito contribuisce alla audience di

Vicebsk (città)

capoluogo della provincia omonima (Bielorussia), 176 m s.m., 342.381 ab. (stima 2005).

La città è situata nella parte nordorientale del Paese, a poca distanza dal confine russo, sul fiume Dvina Occidentale. Nodo stradale e ferroviario e porto fluviale, è dopo Minsk la seconda città della Bielorussia per importanza economica e culturale. Diede i natali a Marc Chagall (1887-1985). § Citata per la prima volta nel 1021, fece parte del principato di Polatsk e fu poi sede di un principato indipendente. Nel 1320 entrò a far parte del granducato di Lituania. Devastata dalle forze di Ivan il Terribile, declinò per risorgere sotto il dominio polacco. Nel 1772, con la prima spartizione della Polonia, fu annessa all'impero russo. Occupata nel 1941 dalle truppe tedesche, la città subì gravi devastazioni e venne liberata nel giugno 1944 dall'Armata Rossa. § Ricostruita dopo la seconda guerra mondiale secondo il modello urbanistico sovietico, conserva, in alcune aree, edifici dei sec. XVIII-XIX, tra cui quello del governo e la chiesa di S. Barbara. A Chagall è dedicato un Museo con circa 300 litografie dell'artista. Il Museo dell'Arte conserva opere di artisti europei dal XVIII al XX sec. § L'economia si basa soprattutto sull'industria, attiva nei settori alimentare, tessile, metalmeccanico, calzaturiero, conciario, dei materiali da costruzione e del legno. Aeroporto.

Media


Non sono presenti media correlati