Questo sito contribuisce alla audience di

Vittòrio Amedèo I

duca di Savoia (Torino 1587-Vercelli 1637). Secondogenito di Carlo Emanuele I e di Caterina di Spagna, divenne principe ereditario alla morte del fratello Filippo Emanuele (1605). Inviato in Spagna con mansioni diplomatiche (1613), fu per qualche tempo reggente a Torino e comandò le truppe sabaude contro il duca di Nemours (1616). Nel 1619 sposò Cristina di Francia, sorella di Luigi XIII, segnando in tal modo l'accostarsi del Piemonte alla Francia, e nel 1627-30 partecipò di nuovo alle operazioni belliche nel Monferrato. Alla morte del padre (1630) dovette però abbandonare la politica di guerra per salvare il ducato e fu così costretto, dopo aver ottenuto alcune terre del Monferrato, a cedere Pinerolo e Casale e a riconoscere il predominio francese. Entrato quindi nella Lega di Rivoli (1635) con la speranza di ottenere il titolo regio e il possesso della Lombardia, riportò lusinghieri successi contro gli spagnoli ma morì durante la campagna.

Media


Non sono presenti media correlati