Questo sito contribuisce alla audience di

Voll, Christopf

scultore tedesco (Monaco di Baviera 1897-Karlsruhe 1939). La sua scultura in legno, di vigoroso e intenso realismo, più che ai modi e alle ragioni dell'arte della Nuova Oggettività in cui è stata inclusa, corrisponde meglio alle esigenze della poetica espressionista (Cieco e bambino, 1923, Karlsruhe, Staatliche Kunsthalle). Perseguitato dal nazismo, fu costretto a lasciare la Scuola di arti e mestieri di Karlsruhe (dove insegnava dal 1928) e la sua opera fu annoverata nell'“arte degenerata”.

Media


Non sono presenti media correlati