Questo sito contribuisce alla audience di

Walschap, Gerard

scrittore belga di lingua neerlandese (Londerzeel 1898-?). Pioniere del vitalismo inteso come libera affermazione delle risorse naturali e incontaminate dell'uomo, Walschap mostra nei suoi romanzi un realismo combattivo e violento della denuncia delle miserie fisiche e morali che si nascondono dietro la facciata rispettabile della società. La sua opera, una delle più importanti della narrativa fiamminga contemporanea, si impone per il dinamismo dell'azione e per la novità del linguaggio modellato sulla parlata popolare. Si ricordano Waldo (1928), Il peccato di Adelaide (1929-33), Matrimonio (1933), Celibato (1934), Jan Houtekiet (1940), Rivolta nel Congo (1953) e La cena (1968).

Collegamenti