Questo sito contribuisce alla audience di

Yoshimoto, Banana

scrittrice giapponese (1964). Figlia di Ryumey Yoshimoto, celebre poeta e critico di formazione marxista, ha esordito con Kitchen (1991), divenendo, grazie alla sua giovane età e al successo ottenuto non solo in Giappone ma in tutto il mondo, un vero e proprio caso letterario. Affrontando tematiche care al mondo giovanile ha instaurato con il pubblico un rapporto molto intenso, confermato dal successo dei libri che hanno seguito Kitchen e dalla vittoria del premio Maschera d'argento nel 1999: N.P. (1992), Sonno profondo (1994), Tsugumi (1994), Lucertola (1995), Amrita (1997), Sly (1998), Honeymoon (2000), Presagio triste (2003), Arcobaleno (2003) e L'abito di piume (2005), Ricordi di un vicolo cieco (2006) e Il coperchio del mare (2007).

Media


Non sono presenti media correlati