Questo sito contribuisce alla audience di

Zàfred, Màrio

compositore e critico musicale italiano (Trieste 1922-Roma 1987). Studiò al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, perfezionandosi con I. Pizzetti. Critico musicale per l'Unità (1949-56) e La Giustizia (1956-63), dal 1966 fu direttore artistico del Teatro Verdi di Trieste e dal 1968 al 1974 dell'Opera di Roma; fu poi presidente dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia fino al 1982. La sua musica si ispira alla tradizione folcloristica triestina ed è influenzata da B. Bartók e da certi aspetti del neoclassicismo europeo. Ha composto le opere Amleto (1961) e Wallenstein (1965), sette sinfonie, concerti per strumento solista e orchestra, corali e musica da camera, musiche per film.

Media


Non sono presenti media correlati