Questo sito contribuisce alla audience di

Zhen, Chen

artista cinese (Shanghai 1955-Parigi 2000). Formatosi artisticamente in Cina durante la rivoluzione culturale, si trasferì nel 1986 a Parigi iniziando a lavorare in Occidente e a miscelare il proprio bagaglio artistico orientale all'arte europea. Inizialmente orientato verso la pittura, si concentrò successivamente sull'assemblamento di oggetti della vita comune come letti, seggiole, tavoli, vasi da notte, culle e materassi allestiti in composizioni che li privavano della loro originaria funzione. Il suo linguaggio artistico affronta molte questioni, dalla politica internazionale alla vita in sé, dalla libertà di parola e di espressione fino allo scontro tra culture contadine e industrializzate. Zhen condusse spesso progetti in luoghi e contesti atipici, coinvolgendo direttamente le popolazioni locali: con i bambini di Salvador de Bahia, nei quartieri neri poveri di Houston o con gli shakers del Maine. Al centro della sua ricerca c'è anche l'indagine sul diverso approccio alla medicina in Oriente e Occidente che emerge in alcune opere incentrate sulla figura del corpo umano e degli organi interni. I suoi lavoro sono stati esposti, tra gli altri, alla Biennale di Venezia del 1999, al Ludwig Museum di Colonia nel 1999, al P.S1 di New York nel 2003.

Media


Non sono presenti media correlati