Questo sito contribuisce alla audience di

antefissa

sf. [dal latino antefīxus, fissato davanti]. Decorazione in terracotta generalmente semicircolare o a frontone, fissata sugli embrici delle coperture dei templi o di altri edifici antichi. Inventate, secondo lo storico Plinio dal sicionio Butades, le antefisse sono diffuse nel mondo greco ed etrusco-italico dal sec. VI a. C. e sono abbastanza frequenti nell'architettura romana. Erano dipinte o più spesso decorate a rilievo policromato, con palmette, teste di gorgoni o sileni e altri motivi mitologici. In Etruria figure a tutto tondo si innalzavano talora direttamente sul coppo (antefissa di Satrico, con gruppi di sileni e menadi, Roma, Museo di Villa Giulia).

Bibliografia

P. Pensabene, M. R. Sanzi di Mino, Museo Nazionale Romano. Le terracotte. III: le antefisse, Roma, 1983.

Media


Non sono presenti media correlati