Questo sito contribuisce alla audience di

antipòrta

sf. (ant. antipòrto, sm.) [sec. XIII; anti-1+porta].

1) Porta che sta davanti a un'altra; andito tra due porte di un edificio, delle quali una dà sull'esterno e l'altra verso l'interno. Impropriamente, vestibolo o androne. In particolare, nell'architettura militare, opera difensiva anteposta agli ingressi più importanti di città, complessi architettonici o grandi edifici. Nell'architettura egiziana, greca arcaica e in seguito araba medievale, è spesso sfalsata rispetto all'ingresso; in quella mesopotamica e romana l'antiporta è invece in genere in asse rispetto all'ingresso e con tale disposizione si ritrova poi nel Medioevo, sotto forma di torrione esterno.

2) In bibliografia, indica sia la pagina contenente il solo titolo del libro, detta anche occhietto od occhiello, sia la pagina che precede il frontespizio(detta anche falso frontespizio o falso titolo), oggi bianca od ornata, nei sec. XVII e XVIII illustrata con una figurazione allegorica.

Media


Non sono presenti media correlati