Questo sito contribuisce alla audience di

bufotenina

sf. [sec. XX; dal latino bufo, rospo]. Principio tossico contenuto nell'intestino e nel secreto delle ghiandole cutanee di alcuni rospi. È un alcaloide di struttura indolica, dimetilderivato della serotonina, di formula

La bufotenina ha sull'uomo effetti allucinogeni.

Media


Non sono presenti media correlati