Questo sito contribuisce alla audience di

clan

sm. inv. [dal gaelico clann, discendente, famiglia, tramite l'inglese clan].

1) Gruppo di discendenza unilineare (patrilineare o matrilineare) molto prolungato nel tempo e ramificato, in cui si è persa la nozione del capostipite comune, tanto che questo ha assunto caratteri di eroe semidivinizzato o di totem, ferma restando però la coesione sociale del gruppo stesso. In genere il clan è esogamico e può avere carattere totemico, cosa che comporta per i suoi membri un certo numero di regole di comportamento sociale e alcuni obblighi di tipo religioso nei riguardi del totem.

2) Fig., gruppo di persone con interessi comuni; chiesuola, cricca.

3) In etologia, gruppo di animali di discendenza comune. Le iene (Crocuta), per esempio, formano clan organizzati socialmente e gerarchicamente subordinati a una femmina anziana.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti