Questo sito contribuisce alla audience di

colophon

sm. latino tardo (dal greco kolophṓn, termine, fine). Dicitura che si trova nell'ultima pagina dei libri. Nel libro moderno, il colophon reca di solito il nome dello stampatore, la data e il luogo di stampa; è anche chiamato soscrizione. Nei manoscritti medievali e negli incunaboli tipografici, compaiono spesso nel colophon anche le indicazioni relative al nome dell'autore e del committente e al titolo dell'opera (questa funzione fu poi assolta dal frontespizio); né sono rari colophon che, talora in versi, esaltano il lavoro del copista o del tipografo. § Nel linguaggio giornalistico, si usa per indicare lo spazio (in genere una colonna) che i periodici utilizzano all'inizio o alla fine di un numero per fornire notizie di carattere editoriale.

Media


Non sono presenti media correlati