Questo sito contribuisce alla audience di

escissióne

sf. [sec. XIX; dal latino excidĕre, tagliare via].

1) Asportazione chirurgica di tessuto normale o patologico. Si pratica in dermatologia estetica per eliminare verruche o cisti, oppure negli interventi laparatomici per liberare organi da briglie o da aderenze, che ne impediscono o ne limitano la funzionalità e la mobilità.

2) In etnologia, termine spesso usato per clitoridectomia.