Questo sito contribuisce alla audience di

nòta (paleografìa)

segno stenografico usato nelle scritture romane e medievali. I sistemi di nota creati in età romana, che si conoscono nelle rielaborazioni di età imperiale tramandateci da codici dei sec. IX-X, sono generalmente fondati sul principio della riproduzione grafica di una parola con un solo segno o simbolo, con l'aggiunta di altri segni per le parti variabili della parola (per esempio le desinenze). Sia in età romana sia nel Medioevo le note sono particolarmente diffuse nell'uso amministrativo e giudiziario e di conseguenza in tutti i testi giuridici per i quali si fissano particolari sistemi di abbreviazioni, che conservano il nome di nota anche quando (in particolare verso il sec. IV) ai segni tachigrafici non alfabetici si affiancano – e presto quantitativamente prevalgono – abbreviazioni basate sui normali segni alfabetici, quali per esempio le abbreviazioni per contrazione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti