Questo sito contribuisce alla audience di

nefelina

sf. [sec. XIX; dal greco nephélē, nuvola+-ina]. Minerale appartenente al gruppo dei feldspatoidi, silicato alluminifero di potassio e sodio di formula KNa₃[AlSiO4]4, cristallizzato nella classe piramidale del sistema esagonale; alcune nefeline possono contenere acqua e piccole quantità di calcio, titanio, magnesio, manganese e ferro ferrico. Si presenta in cristalli prismatici, tozzi, di colore bianco o bianco-grigio, con lucentezza vitrea, mentre è rosso mattone nella varietà eleolite. La nefelina è un componente mineralogico di molte rocce effusive basiche quali le nefeliniti, i basalti nefelenici, le tefriti e le fonoliti; cristallizzazioni di nefelina si trovano anche nelle cavità dei proietti vulcanici (per esempio sulle lave del Vesuvio e dei vulcani laziali). Se in forti concentrazioni, la nefelina viene estratta e utilizzata da numerose industrie, da quella della ceramica a quella vetraria, dei coloranti, della gomma, tessile, ecc., e anche per ricavarne allumina.

Media

Nefelina.