Questo sito contribuisce alla audience di

rùpia

sf. [sec. XIX; dal greco rhýpos, sudiciume]. Formazione crostosa di colorito brunastro che solitamente ricopre una lesione ulcerosa. Tende ad assumere una forma conica per il sovrapporsi di più strati al centro della lesione rispetto alla periferia. Si riscontra in bambini già molto deperiti e con lesioni varicellose precedenti, sulle quali si instaurano manifestazioni gangrenose multiple (rupia escarotica, o dermatite gangrenosa dei bambini); nel periodo secondario della sifilide (rupia sifilitica) con caratteri di malignità; nel penfigo e nell'ectima.

Media


Non sono presenti media correlati