ginocchio

n.m. [pl. -chi; anche le ginocchia f., per indicare tutt’e due i ginocchi di una persona] 1 parte dell’arto inferiore in cui la gamba si articola alla coscia: rompersi un ginocchio; farsi male alle ginocchia; in ginocchio, poggiato sulle ginocchia tenendo le gambe piegate; mettersi in ginocchio, in atteggiamento di devozione, di preghiera; ( fig.) umiliarsi; mettere in ginocchio qualcuno, ( fig.) piegarlo, vincerlo | gettarsi alle ginocchia di qualcuno, per implorarlo in atto di sottomissione | sentirsi piegar le ginocchia, sentirsi debole o avere paura | ginocchio varo, ( med.) affetto da varismo | ginocchio valgo, ( med.) affetto da valgismo | ginocchio della lavandaia, ( med.) infiammazione della borsa sierosa situata davanti alla rotula | far venire il latte alle ginocchia, ( fig.) annoiare oltre misura; infastidire, deprimere | ( prov.) l’avvenire giace sulle ginocchia di Giove, il futuro è incerto, imprevedibile dim. ginocchino, ginocchietto 2 ( mar.) la parte del remo che poggia sullo scalmo 3 la parte dei calzoni che copre il ginocchio: una toppa sul ginocchio 4 struttura più o meno cilindrica piegata a raggio di curvatura stretto, oppure articolata a ginocchio

Lat. volg. genuculu(m), variante del class. geniculu(m), dim. di genu ‘ginocchio’.

Nota d'uso

· Il plurale del nome maschile ginocchio è femminile (le ginocchia) quando ci si riferisce alle due della stessa persona (aver freddo alle ginocchia); è invece maschile (i ginocchi) quando queste parti del corpo sono considerate una a una, e non in coppia (un ortopedico specializzato in ginocchi).

Rubrica sinonimi

(del maiale) Sin. ginocchiello.

Approfondisci

Dizionario Italiano

Sinonimi