Questo sito contribuisce alla audience di

Ìtala (Messina)

comune in provincia di Messina (20 km), 210 m s.m., 10,68 km², 1692 ab. (italesi), patrono: Madonna della Lettera (prima domenica di agosto).

Centro dei monti Peloritanisudorientali, situato sul versante sudorientale del monte Scuderi, a pochi chilometri dalla costa. Le abitazioni sono sparse sulle rive della fiumara di Itala e la frazione Marina d'Itala sorge presso la sua foce nel mar Ionio. Già esistente in età normanna, il borgo fu donato da Ruggero I al monastero di San Pietro, da lui edificato.§ La chiesa madre della Madonna del Piliere (sec. XVI) custodisce due crocifissi, uno trecentesco, l'altro settecentesco. In contrada Badia sorge la chiesa di San Pietro (sec. XI, rimaneggiata), che conserva le caratteristiche della costruzione basiliana normanna: è a pianta basilicale, a tre navate e tre absidi, con l'esterno decorato da arcatelle cieche e da arcate in cotto misto a calcare. Fu edificata per commemorare una storica battaglia in cui i Normanni sconfissero gli Arabi. In frazione Borgo si trova la chiesa della Madonna della Catena, che presenta un interessante campanile a cuspide e, all'interno, una Vergine, dipinto su tavola del sec. XVI.§ Le risorse economiche provengono dall'agricoltura, che produce agrumi, cereali e olive, dalla pesca e dal turismo estivo.

Media


Non sono presenti media correlati