Questo sito contribuisce alla audience di

àrea (economia)

Guarda l'indice

aree, regioni del mondo anche distanti tra loro ma con caratteristiche economiche simili (basso reddito, abbattimento delle barriere doganali, ecc.).

Economia

Area depressa o arretrata, o sottosviluppata, zona geografica in cui il reddito medio pro capite è inferiore a quello mondiale e molto al di sotto di quello di alcuni Paesi dell'Europa occidentale e dell'America Settentrionale. Nelle aree depresse le risorse umane e naturali non sono sfruttate convenientemente e quindi la produzione non riesce a soddisfare adeguatamente i bisogni della popolazione: in generale vi predomina l'attività agricola; vi sono alti tassi di natalità e di mortalità e una diffusa disoccupazione. Le cause della loro arretratezza possono essere di natura economica o extraeconomica. In particolare si possono considerare cause determinanti dell'arretratezza la scarsità di risorse naturali, l'eccesso o scarsità di popolazione rispetto alle risorse, la scarsità di capitale (la cui formazione è fra l'altro impedita proprio dal basso reddito), l'insufficiente qualificazione della manodopera, l'inefficienza dell'organizzazione pubblica. Il problema del risollevamento delle aree depresse è divenuto uno dei più vivi del mondo odierno soprattutto da quando il presidente degli Stati Uniti Truman, nel 1949, pose in rilievo la necessità che i Paesi più progrediti attuassero una politica d'intervento a favore di quelli più poveri. I cosiddetti “aiuti allo sviluppo” concessi da governi singoli o da organismi internazionali consistono prevalentemente in apporto di capitali e in assistenza tecnica, in quanto l'aumento degli investimenti e la diffusione dell'istruzione possono essere considerati fattori fondamentali per l'avvio del processo di sviluppo. In Italia, il problema del risollevamento delle zone depresse, in particolare del Meridione e delle isole, è stato affrontato dal governo fin dall'unificazione anche se non sempre in forma organica e quindi efficace. Il provvedimento di maggior rilievo in tale campo fu l'istituzione nel 1950 della Cassa per il Mezzogiorno, operante sino al 1986. § Area di libero scambio, associazione fra due o più Paesi diretta a eliminare ogni barriera doganale esistente tra essi. Non prevede però l'adozione di una comune politica doganale nei confronti dei Paesi terzi. Area di libero scambio sono l'europea EFTA e la latino-americana ALADI.§ Area monetaria o valutaria, zona entro cui un gruppo di Paesi adotta la stessa unità monetaria o tassi di cambio rigidi fra le rispettive monete. Tipica area monetaria è la cosiddetta area della sterlina, formatasi a partire dal 1931 quando molti Paesi, in particolare le colonie britanniche, i dominions (salvo il Canada) e i Paesi scandinavi, legarono le sorti delle proprie monete a quella della sterlina, regolando in sterline i reciproci pagamenti e mantenendo a Londra la maggior parte delle proprie riserve di divise.

Organizzazione aziendale

Oltre al significato di delimitazione fisica o organizzativa (area finanza, area marketing), il termine assume anche l'accezione di area strategica di affari (ASA). Un'ASA è costituita da una a più combinazioni di tipo matriciale tra prodotto/tecnologia/mercato; si configura con una struttura economica propria e una sua specifica capacità di produrre reddito.