Questo sito contribuisce alla audience di

Ščukin, Boris Vasilevič

attore russo, vissuto in epoca sovietica (Mosca 1894-1939). In teatro, sotto la guida di E. Vachtangov, fu dapprima eccezionale nel genere comico-grottesco (Tartaglia in Turandot, 1922). Dal 1925 optò per il realismo psicologico, forgiando caratteri politici positivi e specializzandosi infine, con rigorosi studi mimetici, nel personaggio di V. I. Lenin, che portò sulle scene nel dramma di N. PogodinL'uomo col fucile (1937), rivaleggiando con M. Strauch che lo interpretava sullo schermo. Interpretò Lenin anche nel dittico cinematografico di M. RommLenin in Ottobre (1937) e Lenin nel 1918 (1938) con un'aderenza fisica e morale rimasta insuperata.

Media


Non sono presenti media correlati