Questo sito contribuisce alla audience di

Adīb esh-Shīshaklī

(aš-Šīšaklī), militare e politico siriano (Hama 1901-Ceres, Brasile, 1964). Volontario al conflitto arabo-israeliano del 1948, ebbe poi una parte importante nei tre colpi di Stato che ebbero luogo in Siria nel 1949 e fu nominato capo di Stato Maggiore. Nel novembre 1951 organizzò il colpo di Stato che portò alla caduta di Hāshim al-Atāsī. Dal dicembre dello stesso anno governò il Paese, prima tramite il maresciallo Fawzī Selū poi direttamente, con metodi dittatoriali, ma nonostante gli atteggiamenti panarabi non riuscì a consolidare il suo potere. Nel febbraio 1954 fu costretto a dimettersi dalla minaccia di un intervento dell'esercito iracheno in appoggio a una rivolta scoppiata ad Aleppo; rifugiatosi in Brasile, fu assassinato.

Media


Non sono presenti media correlati